L'Arcivescovo Valerio Laspro

  • Stampa

Valerio Laspro nacque a Balvano, a Palazzo Laspro, nel 1826 da Emanuele e Camilla de Robertis. Appartenente ad una ricca famiglia gentilizia, fu avviato alla carriera ecclesiastica. Educato nel seminario di Salerno, completò gli studi di teologia a Roma.

Nel 1859 fu nominato, proprio da Francesco II di Borbone, vescovo di Gallipoli. Nel 1860 si schierò contro il movimento liberale e nell'ottobre dello stesso anno lasciò la diocesi e si recò a Napoli dove svolse attività dirette alla restaurazione dei borboni e al mantenimento del potere temporale da parte del papa. Componente del comitato borbonico a Napoli, organizzò a Balvano un fiorente comitato legittimo. Partecipò al Concilio Vaticano inaugurato l'8 dicembre 1869.

Vescovo di Lecce, fu poi nominato arcivescovo di Salerno e resse questa arcidiocesi dal 1877 al 1914, anno in cui morì.